Archivi categoria: Le lobby del farmaco

La cura di tutti i mali tenuta nascosta da 50 anni

Arancio

 

La medicina ufficiale prevede , come sappiamo, l'utilizzo di farmaci. Se andate dal medico, se è coscienzioso, vi potrà consigliare qualche presidio dietetico , oppure vi dirà di non fumare o di non bere. Ma alla fine è sempre fondamentale la presenza del farmaco.A volte vi dice pure che il farmaco non serve a niente, ma non accede quasi mai che il medico fornisca una terapia alternativa con un certo criterio e convinzione come se fosse quella la cosa più importante.Del resto all'Università si studia la farmacologia, le pubblicità parlano di farmaci, i media pure.

Ma se fai invece un giro su internet trovi un mare di altre novità. Vediamo due siti chiave che mettono tutto in discussione: http://www.disinformazione.it/

 http://www.mednat.org/

 su questi siti si noterà un orientamento ben diverso da quello ufficiale .

A mio avviso è soprattutto il primo che mette in discussione in maniera più “scientifica” e disarmante la versione ufficiale , mentre il secondo è un po' più caustico (conviene prima informarsi sul primo e poi passare al secondo)

A questo punto la gente rimane piuttosto sorpresa nonché spiazzata dalle notizie che vengono date e sono soprattutto quelli che le terapie ufficiali le fanno già da anni, pur con scarsi risultati, che fanno fatica ad abbandonare le loro teorie a cui credono da anni. Soprattutto se parliamo dei mass-media o delle versioni “ufficiali” o “universitarie” che, se vogliamo, sono più portate ad essere credute dalla gente.

Ma se entriamo dentro a “studiare” entrambe le versioni , leggendo i siti “non ufficiali” per la medicina alternativa e quelli “ufficiali” per quella ufficiale o allopatica ci accorgiamo che, in realtà, le basi scientifiche stanno maggiormente in quella alternativa: infatti, nella medicina ufficiale:

-i tumori vengono aggrediti con farmaci che distruggono tutto compreso (qualche rara volta) il tumore

-le malattie cardiovascolari si curano con farmaci che servono per ritardare l'evento mortale  ma che non influenzano minimamente la parete delle arterie (condizione fondamentale per guarire da queste)

-le malattie infettive si curano con gli antibiotici che indeboliscono il sistema immunitario e predispongono l'organismo ad ammalarsi più facilmente una volta guariti. –

 Stesso discorso per i vaccini.

– Se soffri d'insonnia assumerai dei farmaci che aumentano l'insonnia quando smetti .

– C'è poi una serie di malattie, come per esempio il m. di Alzheimer, dove esiste una cura “da protocollo” ma neppure il medico che la prescrive sa bene a cosa serva.Da quando frequento più assiduamente questi siti e da quando scrivo su queste pagine con i nuovi amici di FB ho ulteriormente rafforzato le mie convinzioni che se non si fa di meglio è perchè non si vuole fare di meglio.

Si potrebbe già fare di meglio ma qualcuno ti mette il bastone tra le ruote, in modo cinico e spietato. Ho scoperto cosi che alcune vitamine e in particolare la vitamina C potrebbero essere realmente la panacea di tutti i mali. Un trattato molto completo lo potete trovare qui: http://www.dr-rath-alleanza.org/pdf-files/corso_base_di_medicina_cellulare.pdf

 

La vitamina C potrebbe essere la cura per tutti i mali. Importanti sono anche le altre vitamine, gli oligoelementi e alcuni aminoacidi. Per quanto riguarda la terapia del cancro ci sono vari tipi di terapia alternativa: terapia Gerson, terapia Di Bella, metodo Simoncini, metodo Pantellini, terapia di Rath.

Ma in buona sostanza (a parte la Terapia Di Bella che usa farmaci ed è più complessa) sono basate essenzialmente su due linee chiave: quella della vitamina C e quella del bicarbonato di sodio. Poi ci sono aggiustamenti con aggiunta di qualche oligoelemento che ne aggiusta un po' la Terapia, ma , in definitiva, il concetto di base è che ci si puo' curare con due soldi e senza ricorrere al medico. E il problema sta proprio li'.

La cosa sconcertante è che gli effetti della vitamina C erano già conosciuti negli anni 50 con alcune sperimentazioni eseguite dal dr Pauling che , già allora, ne dimostrava l'efficacia nella regressione delle placche ateromasiche nell'arteriosclerosi e conseguente riduzione della pressione e della colesterolemia.http://www.internetwks.com/pauling/study.htm

Con metodi cinici e sofisticati le lobby farmaceutiche, con l'ausilio di quelle alimentari, hanno fatto in modo che, non solo venissero celate il più possibile le proprietà della vitamina C ma che la gente ne introducesse il meno possibile: il video qui sotto riportato è molto esplicativo di cio': http://www.youtube.com/watch?v=pP747Oru5OU&feature=related

Ricordo qualche anno fa che al telegiornale , come prima notizia, si disse che c'è un' abuso di vitamine e che queste fanno male e che potevano anche portare alla morte . Non dicevano pero' per che cosa : fu li' che ho cominciato a capire che , probabilmente, facevano “troppo” bene !

Verso gli anni '90, quando era balzata alla cronaca La Terapia Di Bella in un intervista fu chiesto a Umberto Veronesi se le vitamine potevano avere una certa efficacia . La risposta fu sconcertante: si, forse la vitamina A, ma bisognerebbe sperimentare !!! (e comunque sia poi lui non ha sperimentato un bel niente!)

In realtà il problema è che l'uomo avrebbe bisogno per vivere di un quantitativo di vitamina C nettamente superiore di quello che introduce e che è da li' che originano la maggior parte delle malattie. Il trattamento dei cibi, la cottura, i conservanti etc impoveriscono i cibi di vitamine che possono solo essere introdotte artificialmente. Inoltre lo stress della vita quotidiana , l’inquinamento e tutto cio’ che ha effetto ossidante sulle nostre cellule fa si che aumenti ulteriormente il fabbisogno di vitamina C, che è l’antiossidante per eccellenza.

D'altra parte si stabiliscono da organismi governativi, assurdi limiti, per esempio 180 mg, al di sopra dei quali sarebbe meglio non andare perchè potrebbero esserci effetti che non si sa bene quali siano. Secondo Pauling avremmo bisogno di quantità giornaliere ben superiori : 2 grammi circa! A cio' si aggiunga anche che, i preparati artificiali, in quantità eccessiva, possono dare problemi di dissenteria e calcoli renali.

D'altronde i “puri” della medicina alternativa non sono solo restii a introdurre farmaci ma qualunque cosa abbia la forma di una compressa .Di fatto curarsi con la sola dieta è impossibile: come sarebbe possibile introdurre più di due grammi di vitamina C con gli alimenti attualmente disponibili sul mercato? E come faremmo a somministrarli ai bambini notoriamente poco amanti della frutta e della verdura ?A queste problematiche si deve aggiungere che la vitamina C viene eliminata dall'organismo in 1 ora e mezza. Quindi occorrerebbe o introdurla ripetutamente durante la giornata o trovare dei preparati “ a lento rilascio” che, ovviamente, non corrispondono a quelli che normalmente vengono commercializzati nelle farmacie.

Di fatto occorrerebbe, in realtà trovare le cure giuste e farle, nelle giuste dosi sia che tu sia malato, per guarire, sia che tu non lo sia per prevenire. C’è bisogno del medico? No !C’è bisogno soprattutto di capire bene l’argomento e il problema : a questo punto ti puoi curare da solo: d’altronde sembra che qualcosa del genere l’aveva detto 20 anni fa il buon Simoncini ad un mio amico che aveva un tumore allo stomaco: è ancora vivo e vegeto ed ha lo stomaco al suo posto!

di Gian Paolo Cavallaro

gruppo facebook Lottiamo contro le lobby farmaceutiche

 

Ora anche i giudici ammettono i danni da vaccino.

Vaccinoantipolio

Sulla rivista scientifica Effervescienza leggiamo questo articolo di Furio Stella.

Vaccinazioni, nuovi rischi. Non è una buona idea.

Anche in Italia stiamo cominciando a svegliarci. Meglio  tardi che mai. E difatti,  a quasi un anno di distanza dalle denunce di Boyd Haley sulla pericolosità del mercurio e i danni da vaccini (vedi il numero 9 di maggio 2009 di EfferveScienza), rieccociqui a parlare di rischio vaccinazioni. A cominciare dalla buona notizia arrivata nel febbraio scorsoda Busto Arsizio (Varese), dove un giudice per la prima volta in Italia, ha riconosciuto la possibilità di un nesso causa-effetto tra vaccinazione e autismo. «Mancando la prova di altre cause concomitanti, c’è una ragionevole probabilità che ciò sia avvenuto», ha detto in buona sostanza il tribunale di Busto, condannando il Ministero della Salute a risarcire i genitori di un bambina di Gallarate che aveva sviluppato problemi di autismo proprio in seguito a una vaccinazione obbligatoria (era un’antipolio), secondo quanto prescritto dalla legge 210del 1992 che risarcisce appunto i danni causati da vaccini. Sentenza clamorosa. Non soloperché i danni da vaccino sono contestati dall’establishment ufficiale, i cui rapporti con le case farmaceutiche sono tutt’altro che limpidi ed esenti da conflitti di interesse, ma soprattutto perché il tribunale di Busto, nell’emettere la sentenza, ha contraddetto persino il suo stesso consulente tecnico che aveva espresso parere contrario.

leggi tutto

Regno Unito. Vittime e danneggiati da vaccino

 

Vaccini

27 ottobre 2010 Il Times pubblica questo

Quaranta bambini sono morti dopo una vaccinazione di routine con MMR e 2.100 in più hanno subito una reazione grave, le autorità sanitarie del Regno Unito sono state costrette a divulgare questa notizia in settimana – e queste cifre sono solo la punta dell’iceberg. Due dei bambini vaccinati sono rimasti danneggiati permanentemente al cervello, e altri 1500 bambini hanno subito reazioni neurologiche, tra cui 11 casi di infiammazione del cervello e 13 casi di epilessia e coma. Nel complesso, ci sono stati più di 2.100 reazioni avverse al vaccino per l’infanzia nel Regno Unito negli ultimi sette anni. La sanità inglese e Healthcare Products Regulatory Authority (MHRA), furono costretti a rivelare i dati a seguito di una domanda di un giornalista sotto legislazione sulla libertà di informazione. Il quadro reale è probabilmente molto peggiore. I casi MHRA sono solo quelli che i medici hanno riferito, se i medici non credono che il vaccino abbia provocato la reazione, non lo segnaleranno. Si sospetta che appena il 10 per cento di tutte le morti e le reazioni da vaccino vengano sempre segnalate; se è così, questo significa che 400 bambini sono morti per un vaccino e 21.000 hanno sofferto una reazione avversa nel solo Regno Unito. La vera situazione sarà molto peggiore in paesi come Stati Uniti, Italia e Francia, dove la vaccinazione per l’infanzia è tuttora obbligatoria. Il mese scorso, il governo britannico è stato costretto da un tribunale a pagare i danni di una madre il cui figlio ha subito gravi danni cerebrali dopo una vaccinazione MMR. Altri 500 casi simili sono attualmente in esame presso i tribunali del Regno Unito. Queste poche cifre rappresentano una grave battuta d’arresto per il rapporto tra medici vaccinatori e genitori. Molti genitori hanno accettato le rassicurazioni dei medici e delle autorità sanitarie che dichiarano che i vaccini sono sicuri, e che stanno facendo il meglio per il loro bambino e la comunità. Ora invece, se le cose vanno male, potrebbero essere meno propensi a credere alle smentite del medico e sicuramente inizierebbero a pensare che il vaccino è da biasimare.

Fonte:

https://www.thetimes.co.uk/article/40-deaths-linked-to-child-vaccines-over-seven-years-5xwhd9jtprr

Presidente, quando verrà fatta chiarezza sul rapporto costo/beneficio dei vaccini?


 

Pubblichiamo la lettera di Giorgio Tremante al presidente della Repubblica. Giorgio Tremante negli anni '70 ha perso due figli a causa del vaccino anti-polio Sabin. Da anni si batte perché sia fatta chiarezza sulla relazione COSTO/BENEFICIO dei vaccini. Fu grazie a lui che nel '92 fu approvata una legge che riconosce un indennizzo ai danneggiati da vaccino.

Pregiatissimo Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, 
già nell’ottobre del 2006 le feci pervenire il libro “Maggiorenne e Vaccinato o…diritto alla vita?”, ricevetti allora una lettera di risposta dal suo Consigliere per la Stampa e l’Informazione nella quale si può leggere tra le altre cose:<< ,,,il Presidente…..mi incarica di ringraziarLa per l’invio del libro “Maggiorenne e Vaccinato” in cui descrive la drammatica vicenda vissuta dalla Sua famiglia a causa della prematura scomparsa dei suoi figli Marco e Andrea, vittime del vaccino antipolio.Desidero rappresentarLe i sentimenti di vicinanza del Capo dello Stato per le tragiche perdite subite, ed esprimerle altresì l’apprezzamento del Presidente per il coraggio e la forza con la quale si sta battendo affinché il problema degli effetti collaterali legati alle vaccinazioni obbligatorie venga affrontato dalle istituzioni competenti con determinazione.>>. Mi viene così da chiederLe accoratamente, Signor Presidente, dal 2006 ad oggi che cosa è cambiato? Quante altre vittime di queste assurde pratiche spacciate per prevenzione, si sono aggiunte al già lungo elenco degli anni precedenti? Credo Signor Presidente che sia ora che qualcuno, delle istituzioni competenti, com’è detto nella lettera, invece continuare a rassicurare bonariamente la popolazione com’è uso ancora oggi fare, indaghi realmente ed approfonditamente per stabilire finalmente quel famoso e sempre tanto decantato parametro “COSTO/BENEFICIO” per appurare finalmente con precisione il numero dei danni da vaccino avvenuti, oltre a quelli ufficiali delle statistiche della sola Regione Veneto hanno potuto evidenziare nell’arco degli anni dal1995 al 2005. Il sottoscritto, incaricato fin dal 2007 dal Ministero della Salute quale Rappresentante dei Danneggiati da Vaccino italiani, visto che in sede Ministeriale ha portato questi dati ma purtroppo si sta continuando a fare “orecchie da mercante”, Le chiede disperatamente che tali ricerche, che, ripeto, fino ad ora sono state verificate solo dal Veneto, vengano estese nell’intero territorio nazionale, al fine di evitare ulteriori inutili tragedie come quella che la mia famiglia, oltre ad innumerevoli altre, è stata costretta a subire.

 

Come non far vaccinare il proprio figlio in Lombardia

Date le grandi perplessità sui vaccini e l'alto rischio di effetti collaterali segnaliamo il movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni http://www.comilva.org/default.asp dove si possono reperire altre informazioni a riguardo.Grazie all'attività instancabile dei genitori attivisti delle associazioni e  movimenti che lottano da anni per il diritto all'informazione ed alla libera scelta nelle Regioni Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Trentino non è più obbligatorio vaccinarsi. La Regione Lombardia ha emanato la delibera n.
VIII/1587 del 22.12.2005 : "Determinazioni in ordine alle vaccinazioni
nell’età infantile e dell’adulto in Regione Lombardia”
che ha aperto la strada alla stipula di un accordo tra asl e Tribunale dei minori che non sanziona più i genitori che rifiutano le vaccinazioni come un tempo ricorrendo anche alla limitazione della patria podestà. Nei  banner è possibile scaricare il testo dell'accordo che, stipulato due anni fa, è stato rinnovato quest'anno anche se questa volta la scadenza non è più biennale ma meno precisa e non si sa se sia proprio un bene perché lascia ampio spazio all'interpretazione.

Influenza suina, danni causati dai vaccini. Qual’è la vera pandemia?

In Veneto dal 1993 al 2005
l'assessorato alla salute dichiara 3500 casi di reazioni avverse ai
vaccini (3500 bambini danneggiati dai vaccini). Giorgio Tremante ha
perso due figli ed uno è diventato cerebroleso a causa del vaccino
contro la polio. Tremante è ora rappresentante dei danneggiati da
vaccino al ministero. Nel 1995 il ministero della salute ha
riconosciuto la responsabilità dei decessi dei suoi due figli e dei
danni al terzo. La Francia ha ammesso la relazione tra vaccino contro
l'epatite B e la sclerosi. Il Veneto è l'unica regione d'Italia dove
il vaccino contro la polio formalmente non è più obbligatorio.
Perché nel resto d'Italia ed in Francia sussiste ancora l'obbligo
mentre non vi è negli altri paesi europei? Perché l'Italia ha
acquistato dosi di vaccino H1N1 per una pandemia suina mai
verificatasi?
I
vaccini servono veramente a salvaguardare la salute nostra e dei
nostri figli ? E' stato creato il “dogma” dei vaccini per questo
noi crediamo che siano fondamentali per la nostra salvezza ma non
sappiamo che mentre con l’evento delle vaccinazioni c’è stato
un calo delle malattie infettive contemporaneamente c'è stato un
incremento esponenziale delle malattie degenerative che sono molto
più gravi delle precedenti. Parliamo di sclerosi, distrofie,
autismo.

Due
leggi dello Stato la legge n°210/92 e successive modifiche e la
229/05 ammettono che possono succedere degli inconvenienti e per
tale motivo si prevede un indennizzo e un risarcimento a chi verrà
colpito da tali avversità. Ma perché continuare a vaccinare contro
una malattia ormai debellata? La poliomielite? E senza fare nessun
accertamento preventivo? Forse perché se il contenuto delle due
leggi venisse diffuso nessun genitore cosciente dell'alto rischio
del vaccino anti-polio e dei vaccini in genere sottoporrebbe i propri
figli ad una tale roulette russa?

Per
comprendere meglio qualche informazione sui virus. Questi non sono
organismi viventi ma proteine contenenti un DNA che per essere non
uccisi ma indeboliti vengono trattati con un fiume di sostanze
tossiche e successivamente iniettati direttamente nel nostro sangue
bypassando tutti i meccanismi naturali di difesa immunitaria ed
ingannando il nostro corpo stimolando a focalizzarsi solo su un
aspetto (cioè la produzione di anticorpi) delle molte strategie
complesse normalmente disponibili al sistema immunitario persino la
nostra struttura genetica può venirne alterata.

I
VACCINI IMMUNODEPRIMONO IL SOGGETTO VACCINATO

Ma
i pericoli non sono terminati, è importante sapere come vengono
fatti i vaccini. I virus devono essere messi in coltura da qualche
parte ed è possibile solo nei tessuti organici. Il vaccino
anti-polio come anche altri viene prodotto utilizzando tessuto dei
reni di scimmia. Le scimmie però possono avere altri virus
sconosciuti a noi che non vengono rilevati e filtrati e passano a noi
attraverso i vaccini. E' quello che è accaduto durante gli anni 50 e
70 quando milioni di persone sono state infettate con il virus SV-40,
naturalmente presente nelle scimmie asiatiche, che aveva contaminato
i vaccini anti polio di Sabin. Questo virus è considerato un potente
soppressore del sistema immunitario, un innesco potente dell'AIDS.

Si
dice che causi uno stato clinico simile all'AIDS ed è stato trovato
anche nei tumori al cervello, nella leucemia ed in altri cancri
umani. I ricercatori lo considerano un virus che genera il cancro
della Pleura: mesotelioma. L'SV-40 è quindi cancerogeno negli umani.

Secondo
il Dott. David Kessler, ex funzionario della Food and Drug
Administration, "soltanto circa l'un per cento degli eventi seri
(reazioni avverse ai vaccini) viene segnalato alla FDA. Quindi, è
assolutamente possibile che ogni anno milioni di persone abbiano
reazioni avverse ai vaccini obbligatori".

Il
Dott. Robert Mendelsohn che ha criticato spesso la medicina ufficiale
per la sua dottrina bigotta.

Ha sostenuto che "i medici sono
i preti che erogano l'acqua santa sotto forma di inoculazioni"
per dare l'iniziazione rituale della grande INDUSTRIA MEDICA alla
nostra consacrazione.

Intanto
in Austria la giornalista Jane Burgermeister che ha denunciato la
truffa dei vaccini deve difendersi in tribunale da false accuse che
le sono state mosse con l'unico scopo di metterla a tacere.

Molte informazioni sono state prese dal sito www.tremante.it

Giorgio Tremante, Associazione Vittime dei Vaccini.
Via Danilo Preto, 8 – 37133 VERONA
Fax: 0039 45 8402290
e-mail: giorgiotremante[AT]libero.it