Il comune di Angera riempie le casse . . . e i turisti sono tutti distratti?

DSCI1406

Se vi recate ad Angera e parcheggiate sul lungo lago nelle strisce blu fate molta attenzione perché se malauguratamente capitate di giovedì alle 14.30 quando andrete a riprendere l'auto troverete una multa di 39 euro e forse anche un vigile che vi dirà che ognuno al suo paese fa quello che vuole, anche se arrivate prima che passi il camioncino della pulizia strade e vi accingete a spostare la macchina. Sì perché il giovedì dalle 14.30 alle 15.30 puliscono la strada sul lungo lago, capito? Proprio dopo pranzo quando magari siete ancora al ristorante sul lago o decidete di andare a prendere un gelato. Che bella fantasia. Potranno dire che lo fanno perché prima c'è il mercato, che tra l'altro non è certo sulle strisce blu . . .  Quindi immaginatevi la frustrazione, dopo aver regolarmente pagato la gabella per posteggiare la vostra auto, ritrovarvi a dover pagare una gabella ancora più assurda. Il vigile vi dirà che dovevate leggere il cartello, sotto alla scritta del parcheggio a pagamento c'è scritto piccolo piccolo. Ma chi è che lo nota, che c'è un cartello ogni non so quanti posti auto? Chi si aspetterebbe mai la rimozione forzata sulle strisce blu? E c'è scritto anche in piccolissimo sulla macchinetta, che dovete mettervi gli occhiali per leggerlo. Credo che il comune abbia il dovere di assicurarsi che i cartelli siano ben visibili a tutti, infatti le auto posteggiate a quell'orario sono tantissime, tutti distratti? Semplicemente è che a volte le cose sono fatte in regola ma non secondo le consuetudini, così nessuno ci fa caso e fioccano le multe. Infatti subito prima della camionetta che pulisce la strada passa il vigile. Perché non le rimuovono le auto? Forse perché non ci sono abbastanza carri-attrezzi per rimuovere le auto di tutti i turisti distratti? Dovreste vedere le facce allibite delle persone in buona fede che trovano la multa e non capiscono proprio perché, visto che il parcheggio sulle strisce blu lo hanno regolarmente pagato. Complimenti al comune di Angera che, "non si prende la briga di mettere un cartello" a terra vicino alle macchinette ogni giovedì mattina. Visto che la consuetudine non è quella di pulire le strade in luoghi turistici alle 14.30 del pomeriggio, sarebbe un atto corretto e doveroso ma probabilmente non altrettanto remunerativo.

di Cinzia Bascetta

 

24/08/2013 – P.S. Segnaliamo che grazie forse anche al nostro articolo ora il comune di Angera ha rimediato con un bel cartello chiaro e ben visibile. I turisti ringraziano.


IMG_20130803_203600

Un commento su “Il comune di Angera riempie le casse . . . e i turisti sono tutti distratti?”

  1. Una disattenzione una multa, la prossima volta che viene ad Angera sicuramente si ricorda di leggere i cartelli e si gode il bel lungolago e una camminata nel borgo.
    Io a Milano per lavoro ne ho prese di multe, però sono sempre ritornato.
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *