Papa Grillo, furbo o fesso? – Il PS (grillico) spiegato ai Suoi figli

Beppe-grillopapa
Beppe Grillo ha abituato il MoVimento 5 Stelle ai suoi "PS" al fondo dei post sul blog beppegrillo.it. Insieme ai "comunicati politici", è il modo con cui ha sempre scelto di comunicare pubblicamente le linee politiche che gli attivisti avrebbero dovuto seguire. Sì, suona effettivamente un po' contraddittorio da parte del promotore della politica dell'"uno vale uno" e dell'"assenza di leader", tant'è.

Ancora oggi nessuna notizia del "Portale" ossia lo strumento di voto online propagandato da anni come la piattaforma atta a sostenere quella democrazia diretta con cui il MoVimento doveva rivoluzionare la logica della 'delega in bianco' dei partiti tradizionali dando maggiore potere ai cittadini, i quali avrebbero così esercitato una concreta influenza sui "dipendenti pubblici" 5 Stelle. Non solo, il Portale sarebbe dovuto servire anche per condividere le informazioni e le esperienze a livello nazionale: il "fare rete" spesso sentito in bocca ai candidati 5 Stelle in campagna elettorale e per reggere il meccanismo di "recall dell'eletto" che, non previsto in Italia, avrebbe così permesso alla cittadinanza di mantenere un collegamento anche post-elettorale con il delegato, rendendone possibile il controllo fino a determinare, laddove necessario, l'allontanamento o la sostituzione dell'amministratore eletto se questi, per esempio, fosse contravvenuto ai principi 5 Stelle, agli impegni presi o al programma (es. https://www.facebook.com/note.php?note_id=10150210539997957).

Promesso da tempo, il portale di voto consisterebbe – di fatto – nell'unica carta concessa in mano ai cittadini attivi dall'articolo 4 del Non Statuto (http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Regolamento-Movimento-5-Stelle.pdf). Anche perchè, per il resto, sono ormai tante le testimonianze di realtà territoriali dove, attraverso il giochino sul copyright sul simbolo e nome del MoVimento 5 Stelle, Beppe Grillo sembra gestire a suon di 'investiture' (http://www.giornalettismo.com/archives/131056/il-golpe-della-casaleggio-e-di-beppe-grillo-sul-movimento/), 'avvertimenti' e 'diffide' il suo popolo di attivisti (http://www.meetup.com/Gli-amici-di-Beppe-Grillo-di-Napoli/boards/thread/12466751/0/http://tizianafabro.ilcannocchiale.it/2011/08/19/un_consigliere_eletto_con_il_m.html). 

Su beppegrillo.it, a completare il post di oggi pomeriggio – di cui è interessante anche la scelta dell'argomento – di nuovo un "PS":

P.S.: In occasione della mia presenza a Roma per "Parlamento pulito" il 10 settembre e nei giorni successivi, non è previsto né concordato, alcun incontro nazionale di nessun genere del Movimento 5 Stelle per discutere linee guida e programma

(Beppe Grillo 25/08/2011; http://www.beppegrillo.it/2011/08/i_furbi_e_i_fessi/index.html)

Sarà sicuramente frutto del caso, ma questi ragazzi https://www.facebook.com/groups/227190490629231/, per esempio (ma ormai i casi di ingerenze simili e contraddizioni analoghe subite nei vari territori sono tantissimi), che già alcuni mesi fa Beppe sembrava aver cercato di frenare con un altro post, stanno lavorando da tempo ad un incontro organizzato dal basso, in rete, tra attivisti che da anni spendono il proprio tempo nel e per il MoVimento 5 Stelle.

Non hanno dichiaratamente alcun progetto di 'golpe' 😀 (che già dovrebbe essere assurdo nella concezione politica del MoVimento, visto che dovrebbero esserne loro i 'proprietari' al di là dei soliti giochini sul copyright sul simbolo). Pare che abbiano anche inviato una o più comunicazioni – di cui una lettera dovrebbe essere stata inviata proprio recentemente – allo Staff di BG per chiarire la natura assolutamente 'pacifica' e 'aperta' dell'iniziativa di cui sentono esigenza, inviandogli tanto di "Odg" delle tematiche che potrebbero essere trattate – scelte, così come la sede dell'incontro, votando online su fb – e forse pure un invito a partecipare di persona.

L'incontro si terrà l'11 settembre a conferma della completa mancanza d'una volontà di 'sovrapporsi' all'appuntamento, sempre romano, lanciato da Grillo per il giorno precedente.

Eppure ora vengono per la seconda volta ostacolati direttamente dal blog nazionale beppegrillo.it e senza poter leggere uno straccio di motivo. Persone, da quanto si legge, che hanno creduto e credono nel MoVimento 5 Stelle e hanno speso tempo, energie, in molti casi anche soldi per autofinanziamento. 

Beppe Grillo, il 'detonatore' della partecipazione dei cittadini; lo sbandieratore dell'assoluta necessità di svegliarsi e auto-organizzarsi; il non candidato nè candidabile che specifica a tutti i media che il MoVimento "è fatto" dagli attivisti e non da lui (o dalla Casaleggio Associati), "il MoVimento sono questi ragazzi di trent'anni che si organizzano in rete";…. che fa?

Quei ragazzi svegli, attivi, auto-organizzati, li disconosce e senza neanche degnarli di un perchè? Ma non doveva qualsiasi decisione essere votata online dal MoVimento su un portale che a tutt'oggi pare, appunto, inesistente e che avrebbe consentito un progetto di democrazia partecipativa/diretta in rete?

Beppe non doveva essere solo uno strumento per aiutare il coordinamento e pubblicizzare le attività dei cittadini? E non contare niente o, almeno, contare semplicemente "uno" perchè "uno vale uno"? E invece?

Beppe Grillo, inspiegabilmente o inspiegatamente (fesso o furbo?), anziché sostenerla, contrasta quel che doveva e dovrebbe essere la base della sua stessa idea politica: l'auto-organizzazione dal basso. 

Il "PS" è chiarissimo: il blog osteggia l'incontro. Non lo vieta, ma lo osteggia apertamente e lo scomunica, senza motivo. Un modo efficace per sabotare un'iniziativa senza vietarla esplicitamente e senza risponderne pubblicamente.

Ma Beppe Grillo non è certo nuovo nemmeno a questo tipo di contraddizioni e a non dare risposte chiare nel merito ai simpatizzanti che gliene chiedono (https://www.facebook.com/groups/100583746691512/). 

E "questo" MoVimento 5 Stelle dovrebbe essere il MoVimento della trasparenza, dell'assenza di leaders e della democrazia (diretta)? (https://www.facebook.com/note.php?note_id=10150225096387957)

Ora, probabilmente, mentre alcuni tenteranno di decifrare nel dettaglio il "Verbo secondo Grillo" ed altri si piegheranno al volere del Pastore come diligenti pecorelle italiote, assisteremo al solito copione dei chierichetti che, a turno, compaiono a reggere il tendone e che ci diranno che "lui ha troppo a cuore il MoVimento e non vuole che degeneri in un partito quindi la sua è una necessaria prevenzione contro partiti e mass media che vogliono boicottarlo"; "ci vuole ancora tempo per essere maturi e potersi organizzare autonomamente" senza ricevere diffide e post scriptum da Beppe che "vede cose che noi non riusciamo a vedere, prevede ciò che noi ancora non possiamo capire e sa sicuramente quale sia il bene del MoVimento". Lui, che del MoVimento è come un Padre.

Ma tra i 5 Stelle c'è anche chi invece azzarda letture dell'"enciclica" diverse:

La motivazione? Semplice: non l'ha deciso lui, non parte da lui e non è da lui controllabile. L'obiettivo? Escludere dal movimento tutti quelli che osano cercare di attuare iniziative non calate dall'alto e non rispondenti ad esigenze direttamente provenienti dal "Capo", includere invece tutti quelli che non si pongono domande e non sentono l'esigenza di "indipendenza" ma campano benissimo andando avanti seguendo direttive provenienti da un'unica testa – pensante, per carità, ma unica.

Sarà prossimamente "invitato" a non utilizzare più il logo a 5 Stelle da "lo Staff" di Beppe Grillo, quindi infamato dai chierichetti se oserà criticare pubblicamente questi metodi? 😉

 

PS: http://www.youtube.com/watch?v=45S7erDsuas

___________________________________________________ 

Qui il sito degli "autoorganizzati" a dispetto dei "P.S" à la Grillo: http://incontrom5s.altervista.org/

Copia della lettera che gli attivisti hanno spedito a Beppe si può trovare qui: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2011/08/incontro-cittadini-del-movimento-5-stelle.html

Un accorato appello conseguente al "PS" di Beppe, qui: http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2011/08/appello-a-beppe-grillo.html

 

Nota di Helen Esther Nevola

Fonte http://www.facebook.com/notes/helen-esther-nevola/papa-grillo-furbo-o-fesso-il-ps-grillico-spiegato-ai-suoi-figli/10150270755347957

Il comune di Angera riempie le casse . . . e i turisti sono tutti distratti?

DSCI1406

Se vi recate ad Angera e parcheggiate sul lungo lago nelle strisce blu fate molta attenzione perché se malauguratamente capitate di giovedì alle 14.30 quando andrete a riprendere l'auto troverete una multa di 39 euro e forse anche un vigile che vi dirà che ognuno al suo paese fa quello che vuole, anche se arrivate prima che passi il camioncino della pulizia strade e vi accingete a spostare la macchina. Sì perché il giovedì dalle 14.30 alle 15.30 puliscono la strada sul lungo lago, capito? Proprio dopo pranzo quando magari siete ancora al ristorante sul lago o decidete di andare a prendere un gelato. Che bella fantasia. Potranno dire che lo fanno perché prima c'è il mercato, che tra l'altro non è certo sulle strisce blu . . .  Quindi immaginatevi la frustrazione, dopo aver regolarmente pagato la gabella per posteggiare la vostra auto, ritrovarvi a dover pagare una gabella ancora più assurda. Il vigile vi dirà che dovevate leggere il cartello, sotto alla scritta del parcheggio a pagamento c'è scritto piccolo piccolo. Ma chi è che lo nota, che c'è un cartello ogni non so quanti posti auto? Chi si aspetterebbe mai la rimozione forzata sulle strisce blu? E c'è scritto anche in piccolissimo sulla macchinetta, che dovete mettervi gli occhiali per leggerlo. Credo che il comune abbia il dovere di assicurarsi che i cartelli siano ben visibili a tutti, infatti le auto posteggiate a quell'orario sono tantissime, tutti distratti? Semplicemente è che a volte le cose sono fatte in regola ma non secondo le consuetudini, così nessuno ci fa caso e fioccano le multe. Infatti subito prima della camionetta che pulisce la strada passa il vigile. Perché non le rimuovono le auto? Forse perché non ci sono abbastanza carri-attrezzi per rimuovere le auto di tutti i turisti distratti? Dovreste vedere le facce allibite delle persone in buona fede che trovano la multa e non capiscono proprio perché, visto che il parcheggio sulle strisce blu lo hanno regolarmente pagato. Complimenti al comune di Angera che, "non si prende la briga di mettere un cartello" a terra vicino alle macchinette ogni giovedì mattina. Visto che la consuetudine non è quella di pulire le strade in luoghi turistici alle 14.30 del pomeriggio, sarebbe un atto corretto e doveroso ma probabilmente non altrettanto remunerativo.

di Cinzia Bascetta

 

24/08/2013 – P.S. Segnaliamo che grazie forse anche al nostro articolo ora il comune di Angera ha rimediato con un bel cartello chiaro e ben visibile. I turisti ringraziano.


IMG_20130803_203600

Milano. Il Seveso esonda. Il comune interviene tempestivamente.

505_esondazione_seveso_ripristino

Il Seveso è tornato a colpire in zona 9 a Milano nella notte tra il 5 ed il 6 agosto. V.le Zara, via Budua sommersi dal fango e cantine allagate. Questa volta però sembra che il comune sia intervenuto in modo tempestivo grazie al vicesindaco Maria Grazia Guida ed all'assessore alla protezione civile Marco Granelli. Entrambi, insieme all'assessore all'ambiente ed ai trasporti, Pierfrancesco Maran, hanno coordinato le operazioni della polizia locale fino alle tre e mezza del mattino per poi riprendere alle 9.30 con AMSA. Lunedì inizierà un intervento di pulitura delle cantine delle case comunali di via Padre Monti, mentre martedì e mercoledì AMSA pulirà le vasche di laminazione, quelle in cui si accumula l'acqua della piena.

E' l'assessore stesso che ci informa tramite facebook. Marco Granelli scrive sul gruppo del Comitato Stop Esonda Seveso dove, naturalmente, si può anche commentare. L'assessore scrive:

"Sono Marco Granelli, assessore ala protezione civile. Per informare che il primo livello di allerta (quando il seveso raggiunge 1,48 metri) ci è stato inviato verso mezzanotte e dopo 27 minuti è avvenuta l'esondazione (quando il seveso supera 3 metri). La Polizia Locale era su posto da subito dopo mezzanotte, insieme ad AMSA, raggiunti poi da Protezione civile, Vigili del Fuoco e servizio idrico MM. I soggetti sono stati tutti avvertiti dal servizio protezione civile, con il primo livello di allerta. Io, insieme al comandante dei Vigili eravamo impegnati l servizio Colonne di San Lorenzo e siamo giunti sul posto verso le 1.20. Polizia locale ha impegnato nella notte 20 macchine e 60 persone, l'AMSA 17 mezzi dipuliture tre autospurghi, la protezione civile due mezzi 8 persone, MM servizio idrico una squadra."

Il link al gruppo per restare aggiornati e commentare sui lavori http://www.facebook.com/groups/125499524172429/

Si possono trovare informazioni anche sul sito del Comune di Milano http://www.comune.mi.it/portale/wps/portal/!ut/p/c1/04_SB8K8xLLM9MSSzPy8xBz9CP0os_hAc8OgAE8TIwMDJ2MzAyMPIzdfHw8_Y28jQ_1wkA6zeD9_o1A3E09DQwszV0MDIzMPEyefME8DdxdjiLwBDuBooO_nkZ-bql-QnZ3m6KioCADL1TNQ/dl2/d1/L2dJQSEvUUt3QS9ZQnB3LzZfQU01UlBJNDIwT1RTMzAySEtMVEs5TTMwMDA!/?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/giornale/giornale/tutte+le+notizie/sindaco/esondazione+seveso+-+6+agosto+2011

di Cinzia Bascetta