Perché mi candido con Milly Moratti per Pisapia

 

CinziaBascetta

Sono nata a Genova ma vivo a Milano dal 2002. Qui mi sono laureata in Mediazione Linguistica e Culturale e mi sono anche sposata. Ho lavorato come insegnante d’italiano per stranieri (precaria) e come traduttrice. Dopo un’esperienza con il movimento 5 stelle ho trovato la coerenza che cercavo nel portare avanti certi temi e l’apertura verso i comuni cittadini nel lavoro di Milly Moratti. Per alcuni mesi ho seguito il consiglio comunale ed ho potuto saggiare le sue dinamiche. Sul mio blog ho documentato tutto nella sezione Fiato sul collo Comune. Ho seguito l’iter del PGT ed ho visto il duro ed appassionato lavoro di opposizione svolto da Milly. Nel frattempo mi sono impegnata insieme ai comitati per l’acqua nella raccolta firme e sensibilizzazione al referendum in favore dell’acqua pubblica. Con mio marito dieci mesi fa ho aperto un blog per occuparmi di temi importanti per noi cittadini, come acqua, nucleare, piano di governo del territorio, vaccini e industrie farmaceutiche, inceneritori e raccolta differenziata e molte altre cose.

Ritengo che un’informazione vera e disinteressata in un clima di continue bugie funzionali ad interessi di parte possa aiutare molte persone.

Ho preparato due sintetici dossier che affrontano in particolare due problemi della zona 9.


 

Leggi anche l’articolo

 


 

Leggi anche l’articolo

Piano di Governo del Territorio
Alcune osservazioni

Il PGT apre le porte ai privati per la gestione dei servizi dei milanesi . Si potrebbe pensare che molte aziende, se ben gestite, siano efficientissime, ma l’azienda in sé fa in primis i suoi interessi e non quelli dell’ utilizzatore. Le istituzioni nascono per tutelare il cittadino ed in quest’ottica dovrebbero sempre fare gli interessi di quest’ultimo garantendo la massima equità. Cosa succederebbe se un’istituzione cominciasse a ragionare in termini di profitto? … Leggi tutto l’articolo 

Scrivi Bascetta

 


Un pensiero su “Perché mi candido con Milly Moratti per Pisapia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *