Un uomo in prima linea che ci insegna come combattere

 

Christian Abbondanza, presidente della  casa della legalità ha ricevuto minacce di morte per aver collaborato con la prefettura di Savona ad individuare intrecci mafiosi. Il suo appello a tutti i cittadini perché ognuno nel suo piccolo porti avanti questa lotta anche con l'arma della riprovazione sociale nei confronti di queste persone che spesso lucrano anche sulla nostra salute. Non si tratta solo di truffe e di appalti ma di sanità, inceneritori, discariche cose che per i cittadini significano: non avere prestazioni sanitarie efficienti, malattie e spesso anche la morte per tumori e leucemie. La mafia non uccide più solo a colpi di pistola (anche se continua a farlo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *