Milano Consiglio Comunale 12 luglio tra scandali e violazioni delle leggi

MILANO CONSIGLIO COMUNALE: SI DISCUTE ANCORA DI PGT SOPRATTUTTO DEL PARCO SUD AL SECONDO EMENDAMENTO L'OPPOSIZIONE ESCE DALL'AULA E FA MANCARE IL NUMERO LEGALE – IL CONSIGLIO SI SCIOGLIE SI PARLA DI SCANDALO DELLE CASE POPOLARI DI VIA PENNINO E SCANDALO SULLA MEGA CASA CHE IL FIGLIO DELLA MORATTI SI E' FATTO FARE DOVE NON POTEVA E NON VUOLE PAGARE!

Consiglio Comunale del 12 luglio 2010
Qui l'intero video cel consiglio sul sito del comune di Milano

Qui invece scene di ordinaria amministrazione i consiglieri soprattutto quelli del pdl  sono tutti fuori si deve votare suona la campana e entrano tutti di corsa votano come gli è stato ordinato e ritornano fuori

La giunta Moratti vuol far approvare il PGT, ma c'è una norma che è contro la legge vigente, l'opposizione fa un emendamento con Milly Moratti ma la maggioranza lo boccia.

Il comma 1 al punto F del piano delle regole del PGT è contro la legge vigente, la legge 12 regionale che salvaguarda le aree agricole, la viola palesemente ma la giunta Moratti se ne frega.
Il primo emendamento, il 140 C, presentato dal consigliere di opposizione Milly Moratti è di fondamentale importanza allora una annoiata e apparentemente distratta Letizia Moratti partecipa alla prima parte del consiglio.

Il Comma 1 al punto F del piano delle regole del PGT individua gli ambiti agricoli del Parco Sud, in pratica decide quali siano agricoli e quali no. Ma non lo può fare per legge, perchè la legge 12 regionale e conseguentemente il regolamento del parco Sud dicono che sono tutte aree agricole e non si può costruire!
Ma la destra, dopo le dichiarazioni di Podestà, vuole decidere lei anche in barba alla legge.
Il comma F deve essere cancellato perchè la legge dice che gli spazi agricoli non possono ottenere diritti volumetrici e se il comune lo farà oltretutto si esporra a rischio ricorsi.
L'assessore Masseroli si dichiara contrario e poi fa una dichirazione ai limiti del ridicolo dicendo che loro non c'entrano niente ma sono stati i tecnici che hanno detto che si può fare ?!? La maggioranza invita Milly Moratti a ritirare l'emendamento ma lei non lo fa e si vota, l'emendamento non passa.
Avviene un fatto inquietante finita la votazione il consiglieere Gambitta del PDL dice alla Milly Moratti che aveva qualche svantaggio a non ritirarlo e lei lo comunica all'aula e risponde:" difendere la trasparenza delle leggi vigenti non deve impaurire nessun cittadino"

Si passa al secondo emendamento il 139 C riguarda l'art 2 comma 1 punto I del piano delle regole del PGT dove si dice che il piano indica le aree regolate da provvedimenti amministrativi che il PGT ritiene meritevoli di salvaguardia man mano che il piano procede, Milly Moratti ritiene dice che lascia troppo spazio all'nterpretazione e che non si capisce cosa regoli.
Lassessore masseroli lo vuole tenere così. L'opposizione esce dall'aula fa mancare il numero legale e il consiglio si scioglie.

Alle 15.41 dopo la votazione il sindaco sparisce senza avere proferito parola.

All'inizio del consiglio ai consiglieri non pareva vero di avere il sindaco presente e durante l'articolo 21 le hanno fatte parecchie domande a cui lei non ha dato risposta.

1 – Majorino chiede al sindaco di discutere con il consiglio comunale le aree dell'Expo e di non trattarla come una faccenda tra privati

2 – la consigliera Quartieri domanda come mai dal momento che il consiglio ha votato di destinare l'area, dove doveva sorgere la biblioteca Europea BEIC, mancano i soldi e non si fa più, a qualcosa di interesse pubblico il sindaco abbia rilasciato un'intervista in cui afferma genericamente che il comune non lascerà quello spazio vuoto zona di Porta Vittoria, altro cemento e abitazioni di lusso?

3 – il consigliere Salvatore Pasquale UDC fa una inutile sviolinata dicendo che il comune ha fatto un ottimo lavoro contro i rumori della movida e poi dice gli affittuari di case di proprietà del Pio Albergo Trivulzio hanno paura di essere cacciati e chiede al comune di intervenire

5 – il consigliere Fanzago con in mano una scatola di Monopoli chiede ironicamente che il consiglio discuta di un argomento così importante, visto che il sindaco , a questa cosa, ha dedicato un sacco di tempo.

5 – la consigliera Rozza fa presente che le case Aler di Via Pennino 92/94/96 inaugurate dalla Moratti a Gennaio e costate ai milanesi 31 MILIONI DI EURO sono ancora per metà vuote, nonostante una lista d'attesa di 22.000 famiglie, che nella torre di 10 PIANI l'ascensore non ha mai funzionato, i cancelli sono già rotti e si sono già verificati parecchi furti. L'asilo nido promesso non c'è i negozi nemmeno.
Mentre in Via Viesca sempre nelle case Aler dai primi di giugno l'ascensore è guasto e tantissimi anziani sono bloccati.

6 – il consigliere Rizzo dice l'ATM ha assunto per 160.000 euro un ex giornalista di Telelombardia che però lavora nella nuova TV della Moratti e poi chiede conto di una notizia apparsa sui giornali di un appartamento superlusso costruito in via Ajraghi dove non si poteva perchè zona C3, lui non può fare nomi altrimenti la seduta non potrebbe essere pubblica, ma tutti sanno che parla del figlio di madam: Da il Giornale: Moratti jr si fa la mega casa ma non vuol pagare   il rampollo è stato denunciato dall'impresa che gli ha costruito la casa di lusso super tecnologica in via Ajraghi (con piscina, palestra e poligono di tiro)e alla quale deve ancora 127.000 euro, con la scusa che certi lavori erano stati fatti male. Bene il tribunale lo ha condannato in primo grado e ha chiesto il pignoramento di un quinto del suo stipendio ( che si becca da papi) e il blocco del conto corrente. Rizzo inoltre rileva la cosa più scandalosa: questa casa di lusso è stata realizzata in un edificio accatastato in categoria C3, vale a dire nella categoria "laboratori arte e artigianato" senza chiedere il cambio d'uso al comune e quindi è una costruzione abusiva! Deve avere ereditato la sicumera della madre… talis mater, talis filius! O forse si sente al sicuro perché in Senato è appena passato un emendamento alla finanziaria che permetterà di costruire qualunque cosa senza chiedere il permesso al comune? http://www.facebook.c…

7 –  il consigliere Montelbetto annuncia che è presente una delegazione di cittadini di Quarto Oggiaro preoccupati perchè il parco Simoni è stato chiuso per bonifica e temono che faccia la stessa fine del Parco Concilio chiuso per lo stesso motivo da ben 7 anni!
Alla fine il consigliere di maggioranza Triscari dice che l'Aler sta sistemando l'ascensore e che è stata tempestiva a reperire un pezzo di vecchio tipo quasi irreperebile. Dei condomini nuovi da 31 milioni di euro non dice nulla.

Il sindaco se ne va senza dire una parola come se non gliene importasse una beata cippa, Complimenti!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *