SCENE DI ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

Milano – Consiglio Comunale del 21 giugno 2010

Nella seduta del consiglio comunale del 21 giugno non c'era nessuno nè la Moratti nè De Corato e nemmeno gli assessori.
Il consigliere Baruffi (PD), parlando dell'ultima trasferta del Comune all'estero, dice che non vuole accusare nessuno ma che il viaggio a Shangai è sembrato più un "viaggio premio" per i più meritevoli che una seria delegazione, e critica il fatto che alla fine Milano non sia nemmeno rappresentata nell'Expo di Shangai con un proprio padiglione!!! applausi anche dai banchi della maggioranza. Il presidente Manfredi Palmeri (PDL) dice che questo appunto lo aveva fatto presente anche lui a suo tempo, il che dimostra che la coalizione di destra è spaccata anche su Expo. Pare che uno dei delegatia Shangai sia Santarelli del gruppo della Moratti, guardacaso.
Basilio Rizzo (uniti con Dario Fo) chiede conto dell'evento di Dolce e Gabbana: come è possibile che la Moratti abbia tenuto un "evento privato" a Palazzo Marino?
Presenterà un'interrogazione alla corte dei conti perchè sabato l'evento è stato privato e solo domenica l'esposizione è stata aperta al pubblico, sembra che il comune si sia accollato i costi e abbia fatto uno sconto straordinario per l'occupazione di suolo pubblico.
Piazza Scala è stata tutta la settimana transennata e pattugliata dalla polizia, perchè mi domando? Avevano paura che Dolce e Gabbana scappassero senza avere pagato le tasse?
Quando parla il consigliere Comotti del PD e chiede conto della chiusura dei consultori pediatrici, soprattutto quello di Rogoredo che serve anche il quartiere Santa Giulia, non c'è nessuno che lo ascolta, tutti chiaccherano e sono distratti.
Tra i più maleducati i giornalisti che parlano sempre ad alta voce, non ascoltano nulla e si fanno passare i pezzi dai vari consiglieri.
Ad un certo punto il presidente Manfredi Palmeri legge una comunicazione del sindaco: la comunicazione dice che viste le dimissioni dell'assessore al turismo Massimiliano Orsatti il sindaco ha dato le deleghe a tale Alessandro Morelli.
In aula non c'è nè il sindaco nè il neo assessore.
Il Consigliere De Angelis del gruppo misto dà apertamente del maleducato all'assessore e chiede che insieme alla copia della lettera gli venga data almeno una foto dell'assessore.
Anche il PD con Landonio e Majiorino si dicono sorpresi del comportamento anomalo.
Massari(PDL), dopo lo scandalo, non è stato ancora sostituito e il posto di Orsatti (Lega) è stato occupato in un giorno?
Il consigliere De Angelis del gruppo misto oggi era particolarmente polemico; oltre che per il comportamento scorretto del sindaco e del nuovo assessore al turismo, si è lamentato di avere appreso dai giornali che ATM ha sospeso le corse notturne. Dopo tanta pubblicità data alla cosa, dopo che finalmente Milano poteva vantare un servizio così utile, lo si sopprime senza nemmeno avvisare il consiglio!
Majorino invece legge la mozione PD che chiede le dimissioni di Stanca e di tutto il cda di Expo 2015.
Salvini della Lega non è stato mai seduto, non è intervenuto e continuava ad andare vanti e indietro, entrava e usciva, sembrava uno di quei ragazzini con problemi di attenzione che in classe disturbano ma nessuno può dirgli niente.
La sensazione generale è che senza la minima vergogna la Moratti e la sua giunta non tengano in nessuna considerazione il consiglio comunale, tutto viene deciso altrove, tenuto nascosto fino all'ultimo con grande sprezzo delle regole democratiche.

Di Tiziana Fabro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *